Pulizia della lingua: perché è importante e come si esegue

Molte persone non sanno che nella lingua risiedono molti batteri e spesso capita di non lavarla quando ci spazzoliamo i denti. Per non incorrere in fastidiose carie ci si raccomanda di lavare sempre bene i denti ma a volte non è sufficiente.

Vi mostriamo in questo articolo una semplice guida che servirà ad avere un’igiene dentale accurata e perfetta per salvaguardare la vostra salute.

L’aspetto

Prima di tutto bisogna controllare la propria lingua e vedere se è di colore roseo.

Il colore, come anche l’aspetto, possono variare, la lingua può assumere un aspetto biancastro o può diventare gonfia. In questi casi se la lingua presenta queste caratteristiche bisogna rivolgersi direttamente ad un dentista o ad un’igienista dentale per valutare l’eventuale infezione.

Pulire bene la lingua quindi è importante perché si previene una serie di problemi salutari, inoltre contribuisce a combattere l’alito cattivo, le carie dentali e migliora il senso del gusto.

La pulizia

Per disinfettare la propria bocca dai batteri quindi, si deve far uso di spazzolini o raschietti. All’interno dello spazzolino vi è una parte dedicata alla pulizia della lingua che permette di rimuovere lo sporco che vi si deposita sopra.

Per pulire la lingua nel migliore dei modi bisogna tirarla fuori in modo da pulirla dalla punta fino ad estendere la pulizia su tutta la superficie. Il movimento verticale è il movimento corretto per spazzolarla, dopo averla pulita bisogna ricordarsi sempre di risciacquare lo spazzolino o il raschietto in modo da non farvi rimanere i residui di cibo. Per assicurarsi di aver rimosso tutti i batteri è consigliabile usare un collutorio che aiuterà il vostro alito a rimanere sempre fresco.

Come prevenire le infezioni

Prima di tutto è consigliabile chiamare un dottore o un dentista quando vediamo che la nostra lingua è bianca o gonfia.

Le cause più comuni legati ad un’infezione alla lingua sono la disidratazione, consumo di alcool e fumo.

La disidratazione è un fenomeno che in combinazione con la bocca secca potrebbe creare infezioni alla bocca, è sempre bene bere almeno 1,5 L al giorno per non incorrere in questo problema. L’assunzione di alcool espone a rischio di disidratazione creando una patina bianca sulla lingua. I fumatori sono statisticamente i più colpiti in problemi legati alla cavità orale in quanto il fumo tende ad infiammare le papille gustative.

Consigli utili

E’ bene pulire la lingua quotidianamente, soprattutto per i fumatori che sono facilmente soggetti ad infiammazioni quindi più vulnerabile all’attacco di batteri e virus.

E’ inoltre consigliato non mangiare cibi troppo duri che potrebbero danneggiare la bocca e quindi dare origini a infezioni.

———————————–

DR. POZZOLI CARLO